close
News

Patate e gravidanza: attente mamme!

patate-gravidanza

È un errore che commettono in molti, considerare le patate alla stregua di frutta e verdura. Le patate sono tuberi, ma ciò che le distingue in modo particolare, nomenclatura a parte, è l’apporto calorico maggiore rispetto agli altri ortaggi. Nulla di grave se si ha questa consapevolezza, ma uno studio recente ha dimostrato che il problema insorge invece se si è in gravidanza.

Lo studio pubblicato sul British Medical Journal

Secondo i ricercatori del National Institute of Child Health and Human Development dell’NHI americano, un elevato consumo di patate in gravidanza o mentre si cerca di avere un bambino, sarebbe causa di un maggiore rischio di sviluppare il diabete mellito gestazionale (GDM).

Di cosa si tratta concretamente? Nelle mamme il rischio di sviluppare il diabete mellito aumenta al 15% nel corso dei 5 anni dopo il parto; allo stesso tempo nel bambino crescono le probabilità di contrarre una o più complicanze della sindrome metabolica, come diabete, obesità, ipertensione e malattie cardiovascolari.

Sebbene si tratti di uno studio basato solo sull’osservazione di un numero significativo di pazienti, la casistica sembra non lasciare dubbi, anche se non si è trovata ancora una risposta sui legami causa-effetto. Si ipotizza comunque che una causa possa essere l’elevato indice glicemico delle patate a confronto con gli altri vegetali: ciò potrebbe significare che un loro grande consumo causi un forte innalzamento dei livelli ematici di zucchero, e quindi scatenare il diabete GDM.

Come correre ai ripari?

Una cosa è certa: sostituire anche solo due porzioni di patate a settimana con verdure, legumi o cereali integrali, diminuisce il rischio di sviluppare la malattia in gravidanza addirittura del 9-12%.

Quindi l’importante è limitarne il consumo, non abolirlo! E, allo stesso tempo, trovare nuove soluzioni negli altri ortaggi.

gravidanza

Due validi esempi. La prima ricetta è qualcosa di sfizioso per una futura mamma, la seconda è un’ottima alternativa al purè di patate.

Insalata fredda di cavolfiore

Ingredienti

  • 1 cavolfiore
  • 6 uova sode schiacciate
  • 3 gambi di sedano tritati
  • 1 cipolla piccola tritata
  • 1 tazza di pisellini
  • ½ tazza di yogurt greco
  • ½ tazza di maionese
  • 1 cucchiaio di senape
  • sale e pepe a piacere

Procedimento

Fate cuocere il cavolfiore fino a quando non risulterà morbido; aggiungete il resto degli ingredienti e lasciate raffreddare per almeno 3 ore.

Salsa cremosa di cavolfiore

Ingredienti

  • 8 spicchi d’aglio tritati
  • 2 cucchiai di burro
  • 5-6 tazze di rosette di cavolfiore
  • 6-7 tazze di acqua
  • sale a piacere
  • ½ cucchiaino di pepe
  • ½ tazza di latte (potete aggiungerlo o anche farne a meno in base alle vostre preferenze)

Procedimento

1. Fate soffriggere l’aglio con il burro in una padella grande a fuoco lento. Togliete la padella dal fuoco e mettetela da parte.

2. Fate bollire una grande pentola piena d’acqua. Aggiungete il cavolfiore e lasciatelo cuocere dai 7 ai 10 minuti fino a quando non risulterà morbido. Spegnete il fuoco e lasciate il cavolfiore nell’acqua.

3. Utilizzate una schiumarola per trasferire il cavolfiore dalla pentola al frullatore. Aggiungete 1 tazza di latte, sale, pepe, l’aglio saltato e una tazza dell’acqua in cui avete cotto il cavolfiore. Mescolate bene e frullate fino ad ottenere una salsa.

4. Mettete la salsa nella padella e conditela con sale e pepe a piacere. Se desiderate una salsa dalla consistenza più cremosa, potete aggiungere latte; se, al contrario, volete una salsa più leggera, allora aggiungete acqua.

5. Servite la salsa calda appena fatta.

Lascia un Commento